Español            Français             English             Deutsch
Home    Itinerari    Prodotti    Galleria    Contatti
 
 

CHIAPAS

CHIAPA DE CORZO

 Versione amichevole dello stampatore

 
 

Sezioni di Chiapa de Corzo
ALBERGHI
ARTE ED ARTIGIANATO
ECOTURISMO ED ATTIVITÀ ALL’APERTO
FESTE E TRADIZIONI
GASTRONOMIA

A 17 km da Tuxtla Gutierrez si trova Chiapa de Corzo. Diego de Mazariegos fondò questa incantevole cittadina con il nome di Villa Real de Chiapa il 1 marzo del 1528. Nella piazza principale si distinguono la Ceiba o Pochota, che si trova di fronte a “la Pila”, fontana mudejar del secolo XVI. La città si trova sopra a uno dei siti archeologici più antichi del mondo maya. Gli artigiani locali realizzano lavori splendidi di lacca, utilizando tecniche e disegni che risalgono all’epoca coloniale.

ALBERGHI:
Hotel La Ceiba


ECOTURISMO ED ATTIVITÀ ALL’APERTO:
Canon del Sumidero: Il Canon del Sumidero è una delle meraviglie naturalistiche del Messico, costituito da una gola impressionante dove a circa 1300 m di profondità scorre il Rio Grijalva, sbarrato all'estremità nord da una diga. Il tragitto sul fiume con la barca ha inizio da Chiapa de Corzo (a circa 70 km a ovest di San Cristobal de las Casas). Le alti pareti verticali del canon assumono colorazioni diverse a seconda delle formazioni rocciose. La gita in barca dura circa due ore e comprende il tragitto fino alla diga Chicoasèn e ritorno. Sono circa 35 km dalla diga a Chiapa de Corzo. Si possono vedere diversi uccelli, cormorani, aironi e anche coccodrilli. Il cañon è in un parco nazionale, aperto dalle 6.00 alle 18.00.
 

FESTE E TRADIZIONI:

  • 1° Gennaio, celebrazione nuovo anno, si celebrano messe, sfilate e fuochi artificiali.
  • Dal 8 al 23 gennaio, celebrazione della Festa di San Sebastian. Questa festa è famosa per le danze dei parachicos. Si esegue una sfilata di carri allegorici alla cui testa è raffigurata la leggendaria benefattrice donna Maria de Angulo. La notte del 21 gennaio si simula una battaglia navale nelle acque del fiume Grijalva. Si celebrano messe in onore del Signore degli Esquipulas, San Antonio Abate, e San Sebastian, patrono della città.
  • Settimana Santa (marzo - aprile), processioni e celebrazione di messe speciali in tutto lo Stato. In alcuni villaggi si celebra il rogo di Giuda, che è rappresentato con pupazzi in cartapesta di caricature raffiguranti personaggi storici ed attuali.
  • Il 16 settembre, Giorno dell'Indipendenza Nazionale, si festeggia con la cerimonia tradizionale del "Grito".
  • Il 15 ottobre, Festa del Signore del Calvario, in questo giorno si celebra una messa speciale.
  • 1 e 2 Novembre, festa d’Ognissanti e Giorno dei Morti. Si portano offerte sulle tombe per dare il benvenuto alle anime dei morti che, si crede, in questi giorni tornino sulla terra. Si preparano piatti speciali come parte delle offerte, si decorano altari con candele e fiori nelle case e sulle tombe, dove i familiari dei defunti passano il 2 novembre pregando.
  • 12 Dicembre, si festeggia la santa patrona del Messico, la Vergine di Guadalupe, con messe, serenate e pellegrinaggi.


GASTRONOMIA:

  • Pepita con tasajo: Si chiama Comida Grande, è il piatto principale nelle feste speciali e nella Feria de enero. Costituito di semi di zucca in infusione con spezie e tasajo (carne secca salata).
  • Cochito: E' il nome con il quale si nomina il maiale, uno spezzatino preparato come segue: si macinano insieme aglio, cipolla, pepe, timo, peperoncino e achiote, poi vi si aggiunge la carne, aceto, e si lascia riposare per qualche ora, poi al forno per la cottura. Una volta cotta si serve con lattuga e cipolla.
  • El chipilin: Pianta leguminose di foglie medie di colore verde chiaro e di sapore gradevole, si può usare mescolandola con impasto di mais. I piatti che si possono preparare con il chipilin sono: fagioli con chipilin, carne di bue e maiale con chipilin, tamales di chipilin e chipilin con palline (zuppa con palline di impasto di mais ripiene di formaggio).
  • El chirmol: E' una salsa di pomodoro cotto, macinato e mescolato con peperoncino, cipolla e cilantro.
  • Pozol: La principale bibita rinfrescante è il pozol, che consiste in nixtamal cotto, macinato e mescolato con cacao e zucchero, ed acqua. Conosciuto anche il pozol bianco, che non contiene cacao. Caratteristica della bibita è che per non disperdere la massa, bisogna agitarlo continuamente. Il consumo del pozol di cacao risale all'epoca preispanica. All'inizio del secolo si consumava il pozol di cacao caldo e senza zucchero. La popolazione tenva in grande considerazione il consumo di questa bevanda considerata rinfrescante ed energetica; gli antichi ciapanechi gli attribuivano anche una valenza mitologica, considerando il pozol la vita stessa, per l'alto contenuto di mais. Il pozol si beveva tradizionalmente nei campi, dalle 11:00 alle 12:00 del mattino. Di regola si beveva da una jicara (di morro), dopo una lunga giornata di lavoro. Con il nome generico di pozol si conoscono tre bibite ciapaneche: il pozol bianco, il pozol di cacao (pozol nero in alcuni municipi) ed il pozol bianco aspro. Nei villaggi e le città si usava bere il pozol bianco senza zucchero, con sale e peperoncino secco o fresco macinato. Il pozol continua ad essere un sostegno della tradizione e della cultura dei popoli indio e meticci di Chiapas, e un componente importante della dieta della famiglie ciapaneche. Questa cultura del pozol, nonostante il proliferare di bibite diverse, continua ad esistere nel gusto e la preferenza della maggioranza del popolo. Un detto popolare recita che per i non originari di Chiapas," Chi prova il pozol, non ritorna più al paese d'origine. Qui si ferma a vivere".
  • Tascalate: E' una polvere composta da mais tostato macinato, achiote, cannella, zucchero; si conserva in una bottiglia per essere servito mescolato con acqua o latte, in qualsiasi momento.
  • Dolci: Esistono in Chiapas una gran varietà di dolci, fra i quali si trovano i seguenti: Il neguado, la melcocha, il coyol dolce, pucsinù, l'empanizado, la bolona, la pepita dolce, l'ante, la zucca, i sospiros e la cazueleja di elote.
  • Encurtidos: Consiste nell'utilizzare una brocca di terracotta a bocca stretta, nella quale si depositano frutti come il jocote, il nance, la cotogna, o la pesca, vi si aggiunge distillato di canna da zucchero (comiteco) e miele di piloncillo. Con il tempo, l'immersione del frutto nel distillato, dà allo stesso un sapore particolare, così come il distillato che si trasforma in una sorta di sciroppo.


 


Per prezzi, disponibilità e prenotazioni, contattateci all’indirizzo: visit@luxuriousmexico.com

 

       
 

ALBERGHI
DESTINAZIONI

 
Amatenango del Valle Chiapa de Corzo
Comitan de Dominguez Palenque
San Cristobal de las Casas San Juan Chamula
Selva Lacandona Tapachula
Tenejapa Tonala
Tuxtla Gutierrez Zinacantan
 

ITINERARI
FOTOGRAFIE

Ç

Chiapas, Chiapa de Corzo, Main Plaza, Los Portales, Archways, with Church of Santo Domingo de Guzman - Photo by German Murillo-Echavarria 1106

  Chiapas, Chiapa de Corzo, Main Plaza, Los Portales, Archways, with Church of Santo Domingo de Guzman
Ç Chiapas, Chiapa de Corzo, Cahuare port 1 - Photo by German Murillo-Echavarria 0406
  Chiapas, Chiapa de Corzo, Cahuare port
Ç Chiapas, Chiapa de Corzo, Hotel la Ceiba, rooms - Photo by German Murillo-Echavarria 0406
  Chiapas, Chiapa de Corzo, Hotel La Ceiba, rooms
Ç Chiapas, Chiapa de Corzo, Main Plaza, Clock, Mudejar Style - Photo by German Murillo-Echavarria 1106
  Chiapas, Chiapa de Corzo, Main Plaza, Clock, Mudejar Style
Ç Chiapas, Chiapa de Corzo, Canyon of Sumidero, Kayating - Photo by Secretaria de Turismo de Chiapas
  Chiapas, Chiapa de Corzo, Canyon of Sumidero, Kayating
Ç Chiapas, Chiapa de Corzo, Market, Sweet vendors - Photo by German Murillo-Echavarria 1106
  Chiapas, Chiapa de Corzo, Market, Sweet vendors
Ç Chiapas, Chiapa de Corzo, Casa Museo Angel Albino Corzo, Terrace - Photo by German Murillo-Echavarria 1106
  Chiapas, Chiapa de Corzo, Casa Museo Angel Albino Corzo, Terrace

web analytics