Español            Français             English             Deutsch
Home    Itinerari    Prodotti    Galleria    Contatti
 
 

CHIAPAS

COMITÁN DE DOMÍNGUEZ

 Versione amichevole dello stampatore

 
 

Sezioni di  Comitan de Dominguez
ALBERGHI
ARCHEOLOGIA
ARTE ED ARTIGIANATO
ATTRAZIONI ED ARCHITETTURA STORICA
ECOTURISMO ED ATTIVITÀ ALL’APERTO
FESTE E TRADIZIONI
GASTRONOMIA
MUSEI

Bella cittá costruita su di una collina rocciosa e circondata dai campi. Fu fondata nel 1556 da Pedro Portocarrero. Lo stile architettonico coloniale attrae l’attenzione del visitatore. Una riprova di ció sono le chiese di Santo Domingo, San Caralampio, San José, San Sebastian; inoltre il Museo Doctor Belisario Domínguez ed il Centro Culturale Rosario Castellanos. Originariamente Comitán era una cittá Maya chiamata “Balún Canan” che significa “nove stelle” o “guardiani”. Fu rinominata “Comitlán” che in Náhuatl vuol dire “luogo degli artigiani del cotto”, lo stesso nome che le fu assegnato nel periodo sotto il controllo azteca. Oggi il nome completo é “Comitán de Domínguez” in onore a Belisario Domínguez Palencia, medico e politico assassinato nel 1913 per la sua dichiarata opposizione all’usurpazione della Presidenza da parte di Victoriano Huerta.

Tra le tante attrazioni turistiche nei dintorni di Comitán troviamo il Parco Nazionale delle Lagune di Montebello, le zone archeologiche di Tenam Puente e Chincultik, le cascate de El Chiflón, il Parador Museo Santa María e i Laghi di Colombo. Comitán si trova ad 80 km di distanza dalla frontiera con il Guatemala.

Comitán ha sviluppato servizi turistici d’alta qualitá, facendone una destinazione propizia a passare alcuni piacevoli giorni esplorando questa regione dello Stato del Chiapas. La piazza centrale (conosciuta anche come “Parque Central”) é distribuita su diversi livelli e consiste in un miscuglio di banche, alberi e sculture; vi si trova inoltre una fontana sul lato ovest. Subito dopo l’attrazione principale troviamo altre attrazioni d’interesse generale come la chiesa di Santo Domingo, il Centro Culturale Rosario Castellanos, il Museo Doctor Belisario Dominguez, il Teatro della Cittá Junchavín, il Portico in legno, unico nel suo genere, che ospita un gran numero di negozi, ed infine l’edificio del Governo Municipale.

Vale la pena passeggiare per le vie di Comitán scoprendo e approfittando dei suoi ristoranti, chiese, tutti i siti turistici suddetti ed i negozietti d’artigianato locale il cui congiunto crea uno stile architettonico eccezionale

ALBERGHI:
Hotel Hacienda de los Angeles
Parador – Museo Santa Maria

ARCHEOLOGIA:
ZONA ARCHEOLOGICA TENAM PUENTE:
Situata a 10 minuti da Comitán, questa zona si trova in cima ad una collina alberata con e dai punti piú alti consente una bella vista dei dintorni. Tenam Puente fu probabilmente un importante centro occidentale durante l’epoca Maya, intorno al 600 d.C. Il nome Tenam Puente deriva dal náhuatl e significa “forte” o “luogo fortficato”. L’area copre un totale di 2 km e fu anticamente un centro civile cerimoniale. Il gruppo d’edifici piú importante é l’Acropoli, il punto piú alto, ed offre un panorama grandioso dell’area circostante. Gli edifici sono costruiti tra diversi cortili e piazze, conformando cosí un’altra architettura similare Maya. La visita della zona archeologica richiede approssimatamene 2 ore per osservarne gli edifici e distrutta il panorama dai punti piú alti.

ZONA ARCHEOLOGICA CHINKULTIK:
A 56 km da Comitán, nel cuore di un bosco di conifere ed al lato d’alcuni laghetti, emerge la meravigliosa cittá Maya di Chinkultik. Vi si trovano un campo del gioco della pelota ed un’Acropoli datata 600 d.c. il pozzo d’acqua azzurra chiamato cenote si trova al lato dell’edificio principale della zona archeologica. Nell’area si trovano anche altri monumenti, alcuni dei quali rappresentano personaggi vestiti con molti ornamenti. Una preziosa vista dell’area che circonda la zona, includendo laghi e campi agricoli, si puó apprezzare dal punto piú alto dell’edificio principale, offrendo al visitatore l’opportunitá di catturare una meravigliosa immagine della valle. La visita della zona archeologica richiede approssimativamente 2 ore per osservare gli edifici e disfruttare il panorama.

ARTE ED ARTIGIANATO:
Cesteria, Legno intagliato, Tallado de piel, Textiles.

FESTE E TRADIZIONI:

  • 1° Gennaio, celebrazione nuovo anno, messe speciali, sfilate e fuochi artificiali.
  • Settimana Santa (marzo-aprile), processioni e messe speciali in tutto lo stato. In alcuni villaggi si celebra il rogo di Giuda. Questo è rappresentato con pupazzi di carta pesta che raffigurano personaggi storici ed attuali.
  • Dal 1 al 10 agosto, Feria de Santo Domingo (patrono del villaggio), si celebrano messe, sfilate ed eventi polari.
  • Il 16 settembre, Giorno dell'Indipendenza Nazionale, si festeggia con la cerimonia tradizionale del "Grito".
  • 1 e 2 Novembre, festa d’Ognissanti e Giorno dei Morti. Si portano offerte sulle tombe per dare il benvenuto alle anime dei morti che, si crede, in questi giorni tornino sulla terra. Si preparano piatti speciali come parte delle offerte, si decorano altari con candele e fiori nelle case e sulle tombe, dove i familiari dei defunti passano il 2 novembre pregando.
  • 12 Dicembre, si festeggia la santa patrona del Messico, la Vergine di Guadalupe, con messe, serenate e pellegrinaggi.

 

GASTRONOMIA:

  • Chanfaina de borrego - viscere d’agnello condite con pomodoro e spezie e peperoncino poblano (di Puebla).
  • Salpicón de res - Carne bollita con limone, cilantro e cipolla
  • Tamales pitaùl - Fagioli freschi mescolati con massa di mais e cilantro tritato
  • Tortillas con asiento - Tortillas (tipo piadina) unte con grasso di maiale
  • Picles - Verdure all'aceto
  • Chinculguajes - Tortillas ripiene di fagioli con cilantro e peperoncino.
  • Pan de salvadillo con temperante - Pane bianco con sciroppo di zucchero
  • Africanos - Dolci di tuorlo d'uovo con zucchero al forno
  • Maiz de guineo - Miele di piloncillo (zucchero di canna bollito e solidificato) impastata con semi secchi di zucca
  • Quiebra Muelas (rompi denti) - Arachidi secche immerse in miele di piloncillo
  • Temperante - Sciroppo di zucchero con colorante vegetale
  • Comiteco - Distillato di maguey (tipica pianta grassa) tipico di Comitàn
  • Agua de tzilacayote - Acqua di frutta di tzilacayote con zucchero
  • Jucuatol - Impasto di farina di mais aspro con piloncillo

 

MUSEI:
Museo d’Arte Sacre: Il Parador - Museo Santa María, localizzato a 40 minuti da Comitán e situato all’interno di un’antica hacienda del secolo XIX. Dai meravigliosi giardini si puó ammirare l’incantevole vista delle montagne e dei laghetti. La sua architettura é tradizionale e l’hotel e museo ospitano una collezione d’oggetti d’antiquariato e d’opere d’arte. Le collezioni esibite includono dipinti, oggetti e immagini religiose, sculture in legno e marmo. Le opere provengono da Messico, Guatemala, Europa e Filippine.

Centro Culturale Rosario Castellanos: Costruito negli anni ’30 nel sito anteriormente occupato dal convento dominico. Vi risiede un affresco il cui autore, Rafael Muñoz López, narra la storia comiteca e la vita dei personaggi piú influenti della cittá. All’interno di qiesto bellissimo spazio culturale sì puó ammirare anche il Museo Archeologico di Comitán che esibisce reperti della cultura Maya. Aperto dal lunedí al venerdí dalle 08:00 alle 17:00

Museo "Belisario Domínguez”: Tipica villa comiteca del secolo XIX, con bei balconi e giardini che danno un tocco speciale all’architettura tradizionale. Attraverso le sue 6 sale offre l’opportunitá al visitatore di conoscere la vita e l’opera di questo illustre martire dalla parola libera. Aperto da martedí a sabato dalle 10:00 alle 19:00. Domenica dalle 09:00 alle 12:00

Museo d’Arte Hermila Domínguez Castellanos: Inaugurato nel 1988 da Francisco Toledo e Gunther Gerzso, esibisce permanentemente opere d’artisti plastici messicani del calibro di Rufino Tamayo; organizza mostre temporanee d’opere della scuola di pittura regionale. Aperto dal lunedí al venerdí dalle 09:00 alle 19:00

 

Per prezzi, disponibilità e prenotazioni, contattateci all’indirizzo: visit@luxuriousmexico.com

 

       
 

ALBERGHI
DESTINAZIONI

 
Amatenango del Valle Chiapa de Corzo
Comitan de Dominguez Palenque
San Cristobal de las Casas San Juan Chamula
Selva Lacandona Tapachula
Tenejapa Tonala
Tuxtla Gutierrez Zinacantan
 

ITINERARI
FOTOGRAFIE

Ç Chiapas, Comitan de Dominguez, Hotel Hacienda de los Angeles - Photo by German Murillo-Echavarria 0406
  Chiapas, Comitan de Dominguez, Hotel Hacienda de los Angeles
Ç Chiapas, Comitan de Dominguez, Statue of Belisario Dominguez - Photo by SECTUR Comitan
  Chiapas, Comitan de Dominguez, Statue of Belisario Dominguez
Ç Chiapas, Comitan de Dominguez, Hotel Hacienda de los Angeles, Patio - Photo by German Murillo-Echavarria 0406
  Chiapas, Comitan de Dominguez, Hotel Hacienda de los Angeles, Patio
Ç Chiapas, La Trinitaria, Parador-Museo Santa Maria, Corredor principal - Photo by German Murillo-Echavarria 0406
  Chiapas, La Trinitaria, Parador-Museo Santa Maria, Main Terrace
Ç Chiapas, La Trinitaria, Parador-Museo Santa Maria, Habitacion Imperio - Photo by German Murillo-Echavarria 0406
  Chiapas, La Trinitaria, Parador-Museo Santa Maria,
Suite Imperial
Ç Chiapas, Comitan de Dominguez, Tenam Puente Archeological Zone, Acropolis, Stairs - Photo by SECTUR Comitan
  Chiapas, Comitan de Dominguez, Tenam Puente Archeological Zone, Acropolis, Stairs
Ç Chiapas, Chinkultic Archeological Zone, Aerial - Photo by Secretaria de Turismo de Chiapas
  Chiapas, Chinkultic Archeological Zone, Aerial view
Ç Chiapas, La Trinitaria, Parador-Museo Santa Maria, Museo de Arte Sacro, Altar - Photo by German Murillo-Echavarria 0406
  Chiapas, La Trinitaria, Parador-Museo Santa Maria,
Museum of Sacred Art, Altar
Ç Chiapas, Comitan de Dominguez, Doctor Belisario Dominguez House Museum, Patio - Photo by SECTUR Comitan
  Chiapas, Comitan de Dominguez, Doctor Belisario Dominguez
House Museum, Patio
Ç Chiapas, Comitan de Dominguez, Rosario Castellanos Cultural Center, Terrace - Photo by SECTUR Comitan
  Chiapas, Comitan de Dominguez, Rosario Castellanos Cultural Center